Disponibilità

Siamo spiacenti, non ci sono camere disponibili in questo alloggio al momento

Descrizione

Situato al centro di Camerota Capoluogo è il luogo ideale per rendere tranquillo e rilassante il proprio soggiorno godendosi il mare estivo

Animali Domestici

non ammessi

Carte di Credito Accettate

non accettate

Servizi Struttura

  • Bagno privato
  • Colazione inclusa
  • Frigorifero
  • Insonorizzazione
  • Parcheggio gratuito
  • Prodotti da bagno in omaggio
  • TV a schermo piatto
  • Vasca o doccia
  • WiFi
  • WiFi gratuito

Siamo spiacenti, non ci sono ancora commenti per questo alloggio.

Camerota

CamerotaCamerota Camerota – Il suo nome, secondo l’opinione il più condiviso, deriva dal greco καμαρὸτος (traslitt. kamaròtos, “ricurvo” o “fatto a volta”) o dal latino Camurus (“incurvato” ). Come leggiamo nel recente libro di Angelo di Mauro, (I Sette Sentieri della Memoria pag. 255), nel alto medioevo il territorio strategico di Camerota era una zona

Sports & natura

Sports & natura

Partenza dal Porto di Marina di Camerota: solcando uno splendido mare e costeggiando tutta la costa del Parco Nazionale entreremo nelle splendide cale e calette, dove troveremo le più spettacolari grotte marine della nostra costa, i marinai con i loro racconti, vi faranno navigare nella storia e nella leggenda della nostra terra e del nostro mare. Dopo aver attraversato tutta la costa vi faranno sostare per un bagno in un' incantevole spiaggetta dove il mare assume i colori più vari.

La Grotta degli Innamorati: I vecchi marinari raccontano che quando due ragazzi desiderosi di formare una propria famiglia erano ostacolati per un qualche motivo dai genitori, scappavano insieme e raggiungevano la prima grotta abitabile via mare,appunto questa detta degli Innamorati. Grotta di Cala Monte di Luna: Sovrastata dal monte omonimo, il suo nome gli è stato dato probabilmente dal fatto che, vista dal paese, la luna sembra sorgere da questo monte . Un'altra ipotesi e che, da lontano, sembra di vedere la sagoma della luna intagliata nella roccia. La Grotta di Cala Fortuna: Nella selvaggia Cala Fortuna, direttamente sotto la ripidissima costa a strapiombo sul mare, troviamo la Grotta Azzurra che deve il suo nome principalmente al mirabile effetto prodotto dall’azzurro proveniente dal fondale marino e alla luce del sole penetrante da una piccola apertura situata nella grotta stessa. La Grotta del Toro: Tale grotta prende nome da uno scoglio presente all’interno di essa somigliante ad una testa di toro . Allontanandoci, il “toro” pare che stia riposando tranquillo nella sua stalla. La Grotta delle Noglie: Caratterizzata da stalattiti a forma di salcicce dette localmente: “noglie” Essa si apre nella costiera poco prima del porto naturale degli Infreschi Direttamente sul mare a circa tre metri d’altezza, è formata da due ellissi allungate e disposte vicine per uno dei due lati più lunghi. La Tonnara degli Infreschi: Il tonno antenato di quello che arriva sulle nostre tavole era ben conosciuto in tutto il Mediterraneo fin dal Paleolitico. I Micenei nella seconda metà del secondo millennio avanti cristo erano abili pescatori e costruivano tonnare fisse lungo le rotte di migrazione di pesci . Il Porto Infreschi: Porticciolo di origine naturale molto noto al turismo nazionale e internazionale, fiore all’occhiello della costa cilentana, Porto Infreschi è meta di ogni escursione via mare . Il suo nome è associato alla freschezza delle acque sorgive situate nel luogo.

 

Info vita notturna

Info vita notturna

Strutture che offrono (vita notturna) divertimento e svago a Camerota.

Stabilimento Balneare Playa el Flamingo.

Stabilimento Balneare di nuova generazione. Qui viene coniugato il binomio mare pulito - relax e tanto divertimento con ombrelloni, lettini, pallavolo, campo da bocce, calcio saponato, canoa, pedalò, wind-surf. Non può mancare l'animazione per bambini e per adulti, con giochi e sport. Il tutto "condito" dalla musica latina e dalla sua rinnovatissima area privè, dove la sera puoi gustare ottimi cocktail a base di frutta fresca,e piatti sudamericani. E se non vi basta, c'è anche la naturale ospitalità dei gestori, che costituiscono l'essenza dell'atmosfera unica che si respira in questo angolo di mondo.

Cultura e storia info

Cultura e storia info

Come leggiamo nel recente libro di Angelo di Mauro, (I Sette Sentieri della Memoria pag. 255), nel alto medioevo il territorio strategico di Camerota era una zona di confine fra il Principato Longobardo di Salerno e il la provincia (Tema) Calabria del impero greco-bizantino di Costantinopoli. La regione nell'alto medioevo, ospitava monaci eremiti italo-greci che occupavano le grotte come quello di San Biagio e che fondarono monasteri. Insediamenti rurali nascevano vicino alle badie italo-greci come, per esempio, di San Cono(one) e alla Badia di San Pietro a Licusati prima del' inizio del XI secolo. Nella badia vicina di San Giovanni a Piro esisteva un scriptorium a 1020. Il monaco Luca scriveva , alla richiesta dell'abate Isodoro, un codice illustrato in greco bizantino..

Essendo un territorio strategico, nelle battaglie di guerra Camerota ha sofferto molto, specialmente durante la guerra civile del Vespro Siciliano alla fine del XIII secolo. La presa di Costantinopoli dai Turchi nel 1453 era funesta anche per Camerota. I Turchi acquistavano il dominio de Mare Mediterraneo. Il Regno diventò più vulnerabile. Una coalizione dei Francesi e Turchi (insieme con l'appoggio del principe Sanseverino) attaccava la costa del Regno dal mare. Nel 1543 e 1552 la cittadina fu devastata e saccheggiata dai Turchi. Le fortificazioni e torri di vedetta lunga la costa ci ricordano di questo periodo della storia..

Camerota vanta inoltre una consolidata propensione musicale. Una tradizione culturale radicata in tutta la comunità, ogni nuclueo familiare infatti ha nei propri congiunti un musicista professionista spesso attivo in contesti di rilievo nazionale. Una prerogativa artistica che ha reso celebre Camerota in tutto il territorio Cilentano..


Leggi di più